colazione · Dolci · frutta

Cake all’acqua con marmellata di arance

cake all'acqua marmellata

La torta all’acqua è sempre una garanzia: soffice, profumata e semplicissima.
Ne ho provate molte versioni sostituendo il liquido con caffè per dare la carica al mattino, con la bevanda alla mandorla per una merenda gustosa e con il succo di frutta per dare un tocco di dolcezza.
In questo caso ho preferito aggiungere la marmellata di arance e scorzette che ho preparato l’inverno scorso e arricchire con farina di castagne che dona sempre un retrogusto leggermente amarognolo.
Il risultato è stato davvero sorprendente e molto profumato.

Ricordatevi di regolare lo zucchero in base alla dolcezza della marmellata o di qualsiasi altra cosa vogliate aggiungere. Potete poi guarnire semplicemente con lo zucchero a velo come ho fatto io, oppure con una colata golosissima di glassa al cioccolato o quanto la fantasia vi suggerisce.
Si conserva soffice per 4-5 giorni in un porta torte.

CAKE ALL’ACQUA CON MARMELLATA DI ARANCE
( per uno stampo da plumcake 26×10 cm)

Ingredienti

100 gr farina 0

130 gr farina di castagne

150 gr zucchero di canna

2 uova intere ( ca 110 gr)

80 gr burro

100 acqua

10 gr lievito per dolci

2 cucchiai marmellata di arance

zucchero a velo

Procedimento

  1. Accendete il forno a 180°C. Imburrate e infarinate uno stampo da plumcake.
  2. Fate sciogliere il burro, spegnete il fuoco, aggiungete la marmellata mescolando bene e tenete da parte.
  3. Setacciate le due farine con il lievito.
  4. Montate le uova con lo zucchero di canna fino ad ottenere un composto spumoso.
  5. Sempre mescolando, aggiungete l’acqua e il burro fuso.
  6. Infine, versate le due farine e amalgamate velocemente.
  7. Versate nello stampo e infornate per 30/35 minuti stando attenti che non bruci.
  8. Fate raffreddare. Guarnite con zucchero a velo.

Consiglio:

io volevo mantenesse una forma il più squadrata possibile quindi l’ho fatto raffreddare capovolto fuori dallo stampo. Naturalmente siete liberi di lasciare la cupola come nella classica tradizione dei plumcake 😉

Annunci
colazione · Dolci · torte & co

Crostata alla barbabietola

crostata barbabietola

Ultimamente non sto cucinando molto.
Primo: perché d’estate per conto mio si mangerebbe solo riso, pesce, verdure e gelato.
Secondo: perché ho trascorso un periodo di volontariato in montagna a gestire un rifugio dove ho cucinato, a dirla tutta, ma ho anche pulito, servito, dato indicazioni…

Ma il contest di Paola e di Floriana l’avevo adocchiato prima di partire e mi ero ripromessa di partecipare.
Il tema lascia spazio a mille interpretazioni: la farina, come ingrediente principale di ricette dolci o salate. Pensa e ripensa, ho deciso di affidarmi alla tradizionale e rincuorante pasta frolla con una copertura di crema alla barbabietola che adoro.
Al posto del classico abbinamento con il cioccolato, ho optato per un rinfrescante ed esotico cardamomo che dà alla crema un retrogusto particolare e leggero.

CROSTATA ALLA BARBABIETOLA
( per una teglia diam 23 cm)

Ingredienti

Per la frolla

125 gr burro freddo ( non sopra i 20 gradi indicativamente)

125 gr zucchero di canna extrafine

250 gr farina tipo 0

1 uovo piccolo ( ca 50 gr)

scorza di 1/2 limone

+ 1 uovo per spennellare

Per la crema

150 gr barbabietola rossa cruda
( oppure ca 120 cotta a vapore)

120 ml latte

20 gr zucchero di canna

2 capsule di cardamomo

Procedimento

  1. Sciacquate la barbabietola per levare l’eventuale terriccio. Mondatela dalle radici e tagliatela a fette di ca 3 – 4 mm. Vi consiglio di non sbucciarla, lo farete una volta cotta e sarà molto più agevole!
  2. Disponete le fette di barbabietola in un cestello a vapore e fate cuocere fino a che saranno tenere. Nel mio caso hanno impiegato ca 20 minuti.
  3. Quando saranno tenere, sbucciate e fate raffreddare.
  4. Nel frattempo, tagliate il burro a pezzetti, unite la scorza di limone, lo zucchero e la farina. Cominciate ad impastare utilizzando i polpastrelli e per ultimo unite l’uovo. Il composto deve risultare sabbioso.
  5. Preparate un foglio di pellicola e rovesciatevi l’impasto. Avvolgete e mettete in frigorifero per 30 minuti.
  6. Mentre l’impasto si raffredda, aprite le capsule di cardamomo e riunite tutti gli ingredienti della crema nel boccale del mixer. Frullate fino ad ottenere una crema vellutata.
  7. Imburrate una teglia da 23 cm di diametro.
  8. Prelevate circa 3/4 di impasto dalla frolla e tenete al fresco il resto. Battendo con il mattarello cercate di ottenere un cerchio del diam di ca 28 cm. Se dovesse fare troppo caldo, per aiutarvi potete sovrapporre un foglio di carta forno all’impasto in modo che non si appiccichi troppo al mattarello.
  9. Foderate lo stampo con il cerchio. Bucherellate il fondo. Stendete la crema di barbabietola.
  10. Prendete la frolla avanzata a ricavate le strisce di decorazione: le mie erano larghe poco meno di 3 cm ma fate voi a piacere. Dovrebbe avanzare abbastanza impasto da ricavare anche un bordo sottile per coprire le estremità delle strisce.
  11. Incrociate le strisce di frolla. Coprite le estremità con il bordo di impasto e rimettete in frigorifero per 20 minuti
  12. Accendete il forno a 180°C. Spennellate la superficie della crostata.
  13. Per la cottura: 5 min a 180°C – 15 min a 170°C  e 15 min ( o fino a fine cottura) a 155°C. Per un totale di circa 35 – 40 minuti.

cro2

Con questa ricetta partecipo al contest Impastiamo insieme

logo

Dolci

Frollini al burro con farina di farro

frollini al burro con farina di farro

Pochi giorni fa sono stata ‘chef ospite’ al Carlo Magno, insieme ad altri 6 finalisti al concorso Chef per una notte. I nostri piatti, selezionati da una giuria tecnica di superesperti, sono entrati a far parte di un menù studiato dallo chef Maffioli e proposto ad una platea di circa 150 mangerecci invitati.
Oltre alla soddisfazione personale, l’emozione di conoscere chef stellati e di potermi confrontare con una brigata da cucina ha valso l’impegno di una giornata che non sembrava finire mai.
Tra un invitato e l’altro, un assaggio e due parole con gli altri concorrenti impegnati nel servizio, ho pure incontrato una persona che non vedevo da non ricordo nemmeno quanto tempo! E la coincidenza vuole che pure lei abbia la passione per il cibo e la mise en place, la buona cucina e la convivialità.
Dalle foto dei suoi tea party è venuta l’idea di fare questi frollini di frolla montata con farina di farro e zucchero di canna extra fine.

Io li ho accompagnati ad una tazza di delicato the verde in foglia.

FROLLINI AL BURRO CON FARINA DI FARRO
( per ca 70 pezzi)

Ingredienti

175 gr burro morbido ( 20°C – 22°C)

100 gr zucchero di canna extrafine

50 gr uovo ( 1 uovo)

250 gr farina di farro

scorza di limone a piacere

Procedimento

  1. Montate burro, scorza di limone e zucchero con una frusta o con la foglia.
  2. Quando la crema sarà ben formata, aggiungete l’uovo e fate assorbire.
  3. Setacciate la farina e incorporatela alla massa.
  4. Preparate un sac a poche e formate i frollini a ciambellina.
  5. Tenete in frigorifero per almeno 20 minuti, o più se il clima è caldo.
  6. Portate il forno a 180°C e fate cuocere per 12-15 minuti, o fino a che cominciano a dorare senza seccarsi.
  7. Fate intiepidire e staccate dalla teglia.

Consiglio:

in base alla qualità del burro, la frolla potrebbe presentarsi troppo morbida o troppo asciutta: nel primo caso tenete in frigorifero sia prima che dopo aver formato, proprio in casi estremi aggiungete la farina. Nel secondo caso invece potete aggiungere poco latte, giusto per rendere il composto adatto al sac a poche.

frollini al burro

Dolci

Pull apart bread alle mele

come fare il pull apart breadPULL APART BREAD ALLE MELE
( per 3 stampi da 13,5 x 7,5 cm
oppure uno stampo grande 30 x 11 cm circa)

Ingredienti per l’impasto

400 gr farina 0

5 gr lievito secco per panificazione

60 gr zucchero di canna

2 uova medie

140 ml latte tiepido ( ca 30°C)

60 gr burro

5 capsule di cardamomo

scorza di mezzo limone

1/2 bacca di vaniglia

Per la farcitura

300 gr mele renetta

1/2 stecca cannella

80 gr zucchero di canna

60 gr burro

Procedimento

  1. Fate sciogliere il lievito nel latte tiepido con lo zucchero di canna.
  2. Nel frattempo, fate sciogliere il burro senza farlo scurire. Tenete da parte.
  3. Aprite le capsule di cardamomo, tritate finemente la scorza di limone, aprite la vaniglia e prelevate i semi. Unite al burro fuso intiepidito e mescolate bene.
  4. Setacciate la farina, unite il latte con il lievito, il burro fuso aromatizzato e le uova una alla volta: attendete che il primo uovo sia assorbito prima di aggiungere il secondo.
  5. Impastate fino a che la massa smetta di essere appiccicosa: se avete la planetaria, l’impasto è pronto quando tende a staccarsi dalla ciotola. A mano, lavorate per almeno 15 minuti ungendovi leggermente le mani per evitare che vi si attacchi troppo
  6. Ungete una ciotola con del burro fuso, trasferite l’impasto, coprite e fate lievitare fino al raddoppio. I tempi variano in base alla temperatura ambiente: nel mio caso ca 3 ore.

Preparazione farcitura

  1. Sciacquate bene le mele sotto acqua corrente e levate eventuali parti ammaccate.
  2. Togliete il torsolo e tagliate a cubetti di circa 1/2 cm per lato mantenendo la buccia.
  3. Trasferite le mele in un pentolino con il burro a pezzetti, lo zucchero e la cannella spezzettata.
  4. Fate cuocere a fuoco lento fino a che il burro sia completamente sciolto: la mela non deve disfarsi ma ammorbidirsi.
  5. Togliete le mele e tenete da parte il sughetto che si sarà formato.

Composizione

  1. Infarinate leggermente una spianatoia, rovesciatevi l’impasto: se dovesse essere troppo appiccicoso, infarinate leggermente, fate due pieghe a tre e fate riposare per 20 minuti.
  2. Stendete l’impasto in un rettangolo di circa 50 x 35 cm
  3. Spargete le mele uniformemente sulla superficie.
  4. Ora, segnate una tacchetta ogni 5 cm sul lato da 35 cm e tagliate delle strisce il più simili possibile.
  5. Sovrapponete una striscia sull’altra.
  6. Alla fine dovreste ottenere un mucchietto da 7 strati.
  7. Ricavate dei pezzi da  5 cm di lunghezza e ripiegateli a forma di S.
  8. Posizionate 3 pezzi negli stampini. Chiudete gli spazi vuoti utilizzando il pezzo avanzato.
  9. Fate lievitare ancora per almeno 1 ora o fino a quando le parti cominceranno ad attaccarsi l’una con l’altra.
  10. Cuocete in forno già caldo a 180°C per 15 minuti. Spennellate con il liquido lasciato dalle mele nel pentolino e terminate la cottura per altri 5 minuti.
  11. Sfornate quando la superficie sarà ben dorata.
  12. Fate raffreddare e togliete dallo stampo.
Dolci

Biscotti ai cereali integrali

biscotti ai cereali integrali

Alzi la mano chi non ha mai mangiato Quei biscotti integrali con tanti cereali tondi.
Farli in casa è più semplice del previsto e vi consente anche di utilizzare le briciole dei cornflakes che rimangono in fondo al sacchetto.
Ho preferito zuccherarli con parsimonia perché i cereali da colazione solitamente hanno già la loro buona dose di dolce, ma regolatevi in base ai vostri gusti.
Questi sono aromatizzati con scorzette di agrumi candite, fatte seccare e ridotte in polvere: si trovano facilmente nei negozi bio o nelle pasticcerie che vendono anche frutta candita. Altrimenti potete tranquillamente aggiungere scorza di limone o di arancia grattugiate.

BISCOTTI AI CEREALI INTEGRALI
( per 25-30 biscotti diam 8 cm circa)

Ingredienti

300 gr farina tipo 1

250 gr cornflakes integrali

100 gr zucchero di canna

2 uova medie ( ca 60 gr cadauno)

120 gr burro

8 gr lievito per dolci

2 gr scorzette limone e arancia candite in polvere
( facoltative)

Procedimento

  1. Fate sciogliere il burro a bagnomaria. Tenete da parte.
  2. Riunite la farina e metà cornflakes  in un mixer e tritate grossolanamente. L’altra metà potete lasciarla intera per dare maggior croccantezza all’impasto.
  3. Riunite in una ciotola tutti gli ingredienti secchi e le scorzette.
  4. Rompete le uova intere, versate il burro e impastate.
  5. Preparate un foglio di pellicola e rovesciatevi l’impasto. Compattatelo e fate riposare in frigorifero per 30 minuti.
  6. Una volta trascorso il tempo, riprendete l’impasto, dividetelo in 3-4 parti e stendetelo con un mattarello: vi consiglio di batterlo per facilitare la lavorazione perché sarà abbastanza friabile.
  7. Ottenete uno spessore di ca 1 – 1.5 cm e ritagliate la forma desiderata. Io ho utilizzato un coppapasta di ca 8 cm diametro.
  8. Disponete i biscotti su una teglia e fate riposare ancora in frigorifero mentre il forno raggiunge la temperatura di 180°C.
  9. Infornate in forno già caldo per 10-15 minuti. Toglieteli appena comincia a brunire il bordo, non devono essere troppo croccanti perché lo diventeranno una volta freddi.

Consiglio:
potete aromatizzarli con ciò che più vi piace: frutta secca, gocce di cioccolato, uva sultanina o aggiungere semi di sesamo, papavero, girasole…

Dolci · senza glutine · senza lattosio

Biscotti al cacao senza glutine senza lattosio

biscotti al cacao senza glutine senza lattosioSenza glutine, senza lattosio, senza olio di palma, senza zuccheri aggiunti, senza burro.. quando leggo queste descrizioni sui prodotti del supermercato mi viene l’orticaria.
Perché ad ogni ‘senza’ corrisponde sempre un ‘con’ discutibile: senza olio di palma ad esempio ma con oli vegetali non specificati, senza burro invece diventa con margarina e grassi idrogenati, senza glutine spesso nasconde un preparato che contiene una lista di ingredienti infinita e impronunciabile.
Eppure a volte basterebbe così poco per cucinare qualcosa di buono senza complicarsi la vita!
Come questi biscotti: naturalmente senza glutine perché contengono farina di riso finissima; senza lattosio perché ho sostituto il latte con una bevanda al riso e mandorla. E per dare un po’ di gusto ho aggiunto cacao amaro e miele di acacia.

BISCOTTI AL CACAO SENZA GLUTINE SENZA LATTOSIO
( per circa 15 pezzi)

Ingredienti

140 ml bevanda di riso e mandorla

10 – 12 noci

50 gr miele di acacia

3 gr lievito per dolci

30 gr cacao amaro

20 ml olio di girasole

150 gr farina di riso finissima

Procedimento

  1. Fate intiepidire leggermente la bevanda di riso e mandorle e scioglietevi il miele.
  2. Setacciate la farina di riso, il cacao e il lievito per dolci in una ciotola capiente.
  3. Versate l’olio e il latte sulla farina e impastate con un cucchiaio: il composto sarà appiccicoso e non lavorabile con le mani.
  4. Aprite le noci cercando di non romperle troppo.
  5. Aiutandovi con due cucchiai, disponete il composto in mucchietti su una teglia per biscotti.
  6. Guarnite ciascun biscotto con un pezzetto di noce.
  7. Infornate a 180°C per 10 – 15 minuti: rimarranno morbidi e friabili. Toglieteli dal forno quando cominceranno a fare le crepe in superficie.

Consiglio:

potete anche smezzare la farina di riso con della fecola e aggiungere le spezie per renderli ancora più speciali!

Con questa ricetta partecipo alla raccolta ‘ Una ricetta squisitamente free’ suk blog di Monica’s Kitchen’.

Dolci

Crostata cocco e lime

crostata cocco e lime

Senza dolci non potrei vivere.
O meglio, potrei anche farlo ma sicuramente diventerei isterica. E magra come un chiodo.
Ormai l’uomo che vive con me da quasi dieci anni lo sa bene, e nella credenza tiene sempre un dolcetto di emergenza.
Penso di essere drogata di cibi dolci, ma per mia fortuna quasi sempre fatti in casa.
Non voglio le bibite zuccherate, le caramelle, le merendine confezionate.
Preferisco mettere le mani in pasta e sfornare biscotti o, come in questo caso, profumatissime torte.
E come ha detto un’amica che ha assaggiato questa torta: ” Tanto contiene frutta e farina integrale.”.. 😉

CROSTATA COCCO E LIME
( per una stampo 20 cm diam)

Ingredienti per la frolla

250 gr farina integrale

125 gr burro freddo

60 gr zucchero al velo

60 gr zucchero di canna

1 uovo ( ca 60 gr)

scorza di mezzo lime

  1. Tagliate a pezzetti il burro freddo. Miscelate i due zuccheri con la scorza tritata del lime.
  2. Unite in una ciotola tutti gli ingredienti tenendo per ultima la farina.
  3. Lavorate velocemente con la planetaria o con i polpastrelli se impastatate a mano. Il composto deve uscire molto friabile e il burro non deve ammorbidirsi troppo.
  4. Versate su un foglio di pellicola, compattate alla bell’e meglio, richiudete la pellicola e fate riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.

Ingredienti per la farcitura

200 gr mascarpone

100 gr yogurt compatto

1 uovo

60 gr zucchero di canna

30 gr cocco grattugiato

succo e scorza mezzo lime

semi 1/2 bacca di vaniglia

  1. Lavorate con un cucchiaio il mascarpone e lo yogurt.
  2. Unite il resto degli ingredienti tranne il cocco.
  3. Tenete in frigorifero.

Procedimento

  1. Stendete la frolla su un foglio di carta forno più largo dello stampo che andrete ad utilizzare. Per evitare che la frolla attacchi al mattarello, sovrapponete un altro foglio di carta oleata all’impasto e premete su quello con il mattarello.
  2. Cercate di ottenere un cerchio di circa 28 cm di diam. Sovrapponete la carta forno con l’impasto sullo stampo e regolate i bordi.
  3. Bucherellate il fondo. Cospargete con il cocco grattugiato e versate la crema.
  4. Fate cuocere in forno statico a 180°C per 15 minuti, passate poi a ventilato per altri 15-20 minuti o fino a quando comincerà a dorare e la crema si sarà addensata.
  5. Fate raffreddare prima di servire.
  6. A piacere, decorate la superficie con biscotti sbriciolati.

Consiglio:

se la crema dovesse rimanere troppo liquida, aggiungete un cucchiaino di fecola sciolta in poca acqua prima di versare nello stampo.

Dolci

Bon bon cocco e cioccolato

bounty cocco e cioccolato

L’abbinamento cocco e cioccolato non delude mai.
E se lo si racchiude in una piccola bomboniera da mangiare in uno-massimo-due bocconi, allora vi darà dipendenza.
Il bon bon fatto in casa è di una semplicità, di una velocità e di una praticità  che non potrete più farne a meno.
Ed è molto meno dolce di quello confezionato, che per inciso fatico a trovare se non nella stagione estiva.
Alcune versioni online consigliano di aggiungere della panna, per evitare che geli troppo il ripieno ma io sono rimasta pienamente soddisfatta così.
Lo tolgo dal congelatore giusto qualche minuto prima di mangiarlo, il tempo di depositarlo su un piattino e attendere che la patina sul cioccolato si sciolga.
Ho preferito dolcificare con un miele delicato per non coprire gli altri sapori.
Con questa dose a me ne sono usciti poco più di una decina piccoli, da ricompensa dopo una giornata pesante.

BON BON COCCO E CIOCCOLATO
( per 10-12 pezzi)

Ingredienti

100 gr farina di cocco

100 ml latte di cocco

250 gr cioccolato fondente

20 gr miele di acacia

Procedimento

  1. Versate il latte di cotto e la farina di cocco in una ciotola, aggiungete il miele e mescolate.
  2. Preparate degli stampini in silicone della dimensione del  bonbon che volete creare.
  3. Pressate bene una parte di impasto al cocco in ciascuno stampino e mettete in congelatore per almeno 30 minuti.
  4. Fate sciogliere il cioccolato a bagnomaria. Preparate un foglio di carta forno abbastanza largo da potervi appoggiare i cioccolatini.
  5. Togliete gli stampini dal congelatore, infilzate uno stuzzicadente da spiedino nella base al cocco, estraete delicatamente e intingete nel cioccolato fuso.
  6. Fate colare il cioccolato in eccesso ruotando velocemente il cioccolatino.
  7. Poggiate sulla carta forno e fate solidificare.
  8. Se necessario, coprite eventuali spazi scoperti con altro cioccolato fuso.
  9. Conservate in congelatore almeno 1 ora prima di mangiarlo.

Consiglio:
scuotete il brik del latte di cocco prima di utilizzarlo così da evitare che vi esca solo la parte più liquida.

 

Dolci

Cioccolato con khorasan e mandarino

cioccolato con khorasan e mandarino

Il cioccolato è la mia droga. Non credo che potrei mai farne a meno.
Dopotutto un pezzettino di cioccolato fondente di buona qualità è consigliato per combattere la depressione e per indurre uno stato di benessere generale.
Anzi, uno studio ha pure dimostrato che un alimento tanto buono contiene ca 200 costituenti ( fonte: Istituto Nazionale per la Dieta Mediterranea e la nutriceutica):

  • stimolanti, come la teobromina e la caffeina
  • gratificanti del gusto, come i polifenoli e alcuni tipi di alcaloidi
  • antidepressivi, che favoriscono il rilascio di endorfine
  • antiossidanti, come i flavonoidi
  • poi ferro, magnesio, potassio e così via.

Attenzione, però a scegliere cioccolato fondente e non al latte, altrimenti il rischio è quello di far schizzare alle stelle il colesterolo!

In questa ricetta, ho abbinato il cioccolato a chicchi soffiati di khorasan ( comunemente chiamato Kamut) e a pezzettini di mandarino candito di pasticceria. Non cadetemi sui canditi confezionati del supermercato, quelli con colori fluorescenti e talmente finti da sembrare caramelle gelatinose! Io mi sono stupita di quanto il prezzo della frutta candita fatta dal pasticcere vicino a casa sia così simile a quella dei canditi dozzinali.. ma se ne guadagna in sapore e salute!!! Almeno è frutta vera.
Potete sostituire il khorasan con riso soffiato o con altri chicchi a piacere. Io trovo spesso questo in offerta, al naturale e non dolcificato.

CIOCCOLATO CON KHORASAN E MANDARINO
( per uno stampo rettangolare 8,5 cm * 13,5 cm)

Ingredienti

60 gr chicchi di khorasan soffiato

15 gr mandarino candito

200 gr cioccolato fondente

20 gr burro

Procedimento

  1. Foderate di carta forno lo stampo.
  2. Tagliate a piccoli pezzi il mandarino candito.
  3. Versate i canditi e i chicchi soffiati in una ciotola.
  4. Fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato con il burro.
  5. Versate il cioccolato nella ciotola e mescolate per bene.
  6. Versate nello stampo, livellate e fate raffreddare prima a temperatura ambiente e poi in frigorifero.
  7. Al momento di servire, riportate a temperatura ambiente e tagliate a fette.
Dolci · senza lattosio

Biscotti farina di castagne e argan

biscotti farina di castagne e argan

Una tazza di the caldo. Un piattino di biscotti. Dei mandarini dolci.
Una bambina bionda, dagli occhialetti tondi e dai capelli ricci preparava la tavola perché Babbo Natale potesse ristorarsi prima di continuare il suo viaggio sulla slitta.
E per le renne un pugno di fieno che chissà come sarebbe bastato per tutte.
Data l’ultima occhiata, incrociando le dita che magari questa volta Babbo Natale avesse letto davvero la letterina, aggiustate le luci sull’albero, via di corsa nel letto.
Sotto le coperte ben nascosta. Come le brave bambine.
Promettendo a se stessa che questa volta Babbo Natale l’avrebbe visto, e le renne, e il sacco di regali per tutti i bambini del mondo, perché non esistono bambini cattivi solo un po’ disobbedienti!
Ma la Notte di Natale, si sa, che con la sua cappa di stelle canta la ninna nanna dolce e sonnolenta e la bambina immancabilmente si addormentava fantasticando su dove nascondersi per vedere da dove sarebbe entrato Babbo Natale.
Al mattino, sul tavolo i dolcetti da scartare e sotto l’albero tanti pacchetti colorati. E la colazione con i cioccolatini alla banana e le caramelle con gli zuccherini.

Chissà se Babbo Natale avrebbe apprezzato questi biscotti.
Quasi quasi domani glielo chiedo 😉

BISCOTTI FARINA DI CASTAGNE E ARGAN
( per una teglia)

Ingredienti

Impasto al cacao

60 gr farina tipo 2

65 gr farina di castagne

1 uovo ( ca 60 gr)

30 gr cacao amaro in polvere

1 gr bicarbonato di sodio

60 gr zucchero di canna

50 ml olio di argan alimentare

acqua qb

Impasto bianco

60 gr farina tipo 2

65 gr farina di castagne

1 uovo ( ca 60 gr)

1 gr bicarbonato di sodio

60 gr zucchero di canna

50 ml olio di semi

Preparazione impasto al cacao

  1. Setacciate le due farine, il bicarbonato e il cacao in una ciotola.
  2. Aggiungete lo zucchero di canna.
  3. A parte emulsionate l’uovo con l’olio di argan.
  4. Versate l’emulsione negli ingredienti secchi.
  5. Impastate. Aggiungete acqua qb per amalgamare.
  6. Ottenete una palla liscia e modellabile ma friabile.
  7. Coprite con una pellicola.

Preparazione impasto bianco

  1. Setacciate le due farine e il bicarbonato.
  2. Aggiungete lo zucchero di canna.
  3. A parte emulsionate l’uovo con l’olio  di semi.
  4. Versate l’emulsione sugli ingredienti secchi.
  5. Impastate.
  6. Ottenete una palla liscia e morbida.
  7. Infarinate leggermente un piano di lavoro liscio.
  8. Stendete ciascuno impasto con un mattarello ad uno spessore di 3 mm.
  9. Ritagliate da ogni impasto delle strisce larghe 1 cm.
  10. Delicatamente, allargate le strisce bianche in modo che le strisce nere possano essere disposte tra una striscia e l’altra.
  11. Una volta ottenuta un’unica sfoglia bianca e nera passate con il mattarello in modo da far combaciare bene le strisce.
  12. Ritagliate i biscotti e spostateli delicatamente su una teglia da forno.
  13. Fate cuocere a 180°C per 10-15 minuti.

Consiglio:
non fateli cuocere troppo perché raffreddandosi seccheranno.

biscotti farina di castagne e argan

biscotti farina di castagne e argan

Con questa mia ricetta, partecipo alla raccolta Un biscotto Free per Natale del blog Shake your Free Life“. bannershakeyourfree