Trippa alla piacentina

trippa piacentina cucina lombarda

La trippa è una pietanza tipica della cucina del Nord Italia. Si prepara con le frattaglie del bovino, in particolare con una parte dello stomaco opportunamente lavata e sgrassata.
E’ un piatto molto diffuso sulle tavole di campagna, anche se la presenza di tessuto connettivo e di colesterolo non la rende particolarmente indicata per i bambini o per chi ha problemi in tal senso.
La ricetta è di per sè molto semplice e può essere adattata in base ai propri gusti.
In questo caso ho adottato la versione piacentina, anche se – come tutte le ricette tradizionali – le varianti si sprecano. Ho aggiunto i fagioli bianchi e poca salsa di pomodoro per dare una leggera sfumatura rossa al brodo.
Avendo in casa dell’Ortrugo del Podere Casale, l’ho utilizzato sia per sfumare sia come abbinamento in tavola.

trippa alla piacentina, ortrugo, tipico italiano, trippa, comfort food

TRIPPA ALLA PIACENTINA
( per 2 persone)

Ingredienti

250 gr trippa precotta già tagliata

30 gr fagioli bianchi ( tipo Spagna) già cotti e scolati

20 gr guanciale

1/2 bicchiere Ortrugo

1/2 carota

1/2 cipolla

1/2 costa di sedano

1/2 spicchio di aglio

1 cucchiai passata di pomodoro

alloro, salvia, rosmarino qb

sale, pepe qb

brodo vegetale qb

Preparazione

Tritate finemente la cipolla e il sedano, riducete a piccoli cubetti la carota.
Ponete in una padella capiente le verdure, la trippa e circa 1,5 litri di acqua non salata. Unite gli aromi e fate sobbollire per 5 minuti.

trippa alla piacentina, ortrugo, tipico italiano, trippa, comfort food

Scolate la trippa, tenete da parte il brodo caldo. Tagliate a cubetti il guanciale e a metà l’aglio. Nella stessa pentola in cui avete fatto sobbollire le verdure, fate rosolare il guanciale con l’aglio.

Unite la trippa e sfumate con il vino bianco. Togliete l’aglio. Fate insaporire per bene e coprite con il brodo caldo tenuto da parte. Aggiungete la passata di pomodoro, regolate di sale e pepe a piacere.

Fate bollire a fiamma bassissima per almeno tre ore, aggiungendo brodo vegetale caldo per non far asciugare troppo. Infine, quando la trippa sarà ben tenera, unite i fagioli bianchi scolati e terminate la cottura per altri 10 minuti.
Servite ben calda.

 

Consiglio

Dal macellaio si trova spesso la trippa già tagliata e precotta; se doveste trovare quella intera, ricordate di pulirla sotto acqua corrente e allungare i tempi di cottura ad almeno 4 ore.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...