Terra Madre Salone del Gusto 2018

salone del gusto torino 2018 terra madre foodforchange

Dal 20 al 24 Settembre si è tenuta a Torino la dodicesima edizione di Terra Madre Salone del Gusto. La manifestazione è stata organizzata da Slow Food, Città di Torino e Regione Piemonte, con il patrocinio del MIPAAF e del MIBACT.

Il tema di quest’anno era #foodforchange, cioè cibo per il cambiamento.
Un cambiamento che parte da noi, in ogni angolo del mondo, su ogni tavola.

torino salone del gusto #foodforchange lupini

Sappiamo tutti che una dieta sana ed equilibrata migliora la nostra salute, ma ciò che spesso ci dimentichiamo è che il cambiamento parte proprio dalle nostre scelte. Ciò che acquistiamo, che coltiviamo, che serviamo sulla nostra tavola scatena un effetto domino sul nostro pianeta e sulla biodiversità.

Quante varietà di legumi conoscete oltre ai classici cannellini, ai ceci e alle lenticchie? I lupini, a parte le aree in cui vengono coltivati, ad esempio, li avete mai assaggiati?
Per non parlare di formaggi, salumi, dolci e conserve.

torino 2018 ok  (9).JPG

Prodotti da forno con lievito madre e lunga lievitazione, salse fatte solo con olio e verdure, spezie dal profumo intenso: tutti questi piatti raccontano una storia che è interessante e doveroso conoscere.
Dietro ad ogni fetta di toma, sta la tradizione di una famiglia che utilizza solo latte delle proprie valli, lo lavora fresco e sa riconoscere la mungitura della primavera da quella della stagione fredda. La cura di ogni forma e la sistemazione a mano sulle scalere, nella cantina di pietra viva, nascono da una passione che va conservata e protetta. Solo in questo modo anche una semplice ricotta  diventa un punto di partenza per la scoperta del territorio.

torino 2018 ok (19)

torino 2018 ok (16)

Il Salone del Gusto non si ferma solo in Italia, ma grazie ad accordi e scambi culturali ospita anche produttori da tutti i continenti. Perchè lo zafferano afghano, il baccalà con fiocchi di sale islandese, il profumatissimo e dolce the alla menta marocchino, il cous cous, il pollo al curry, le empanadas dell’America Latina permettono di intraprendere un viaggio in posti lontani e aprono la mente.

torino 2018 ok (8)

torino 2018 (94)

Davanti ad un piatto di riso basmati con pollo o ascoltando una musica tradizionale, tutti diventano parte di questa grande comunità che è la nostra Terra.
Una Terra che da sola non si può difendere, ma che va protetta dalle colture intensive e dall’uniformità dilagante delle specie vegetali più redditizie ma omologate.
Nelle numerose conferenze della manifestazione si è ripetuto all’infinito questo mantra: la Terra va salvata con un’agricoltura sana e senza agenti chimici, che tenga conto della biodiversità e la tuteli.

torino 2018 ok (22)

torino 2018 ok  (23).JPG

Di questo si occupano persone come Isabel Angelica Inayao Sepulveda che insieme ad altre donne in Cile fa parte delle mujeres rurales; o Pierre Thiam, lo chef africano che reinterpreta le ricette locali in stile contemporaneo con l’utilizzo di ingredienti altamente sostenibili; o Akeisha Clarke, in rappresentanza dei pescatori del Martinica, per la prima volta al Salone.

Persone che hanno fatto di #foodforchange il loro stile di vita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...